Alla scoperta del piastrellista: Gli errori da evitare nella posa

Alla scoperta del piastrellista: Gli errori da evitare nella posa

Anche il professionista più accreditato e attento può commettere degli errori nella posa di pavimenti e rivestimenti, ma un accurato controllo preliminare e alcune piccole accortezze spesso sono sufficienti per scongiurarli.

È anche vero, però, che molti errori derivano dall’inesperienza e sono spesso causati dalla scelta di affidarsi a figure “a buon mercato”, piuttosto che a professionisti, e se è certo che occorre sempre cercare un rapporto qualità/prezzo bilanciato, è anche vitale non dimenticare che, quando si tratta di ristrutturazioni, scegliere di rivolgersi ad un piastrellista esperto può voler dire un lavoro svolto rapidamente e senza necessità di successive revisioni.

Vediamo quindi gli errori da evitare nella posa dei pavimenti in ceramica:

Non verificare lo stato del massetto

Il massetto è l’ossatura di ogni pavimento, per questo è importante verificarne lo stato prima di procedere alla prima posa o alla sostituzione di un pavimento. Un massetto con fessurazioni, discontinuo o di spessore inconsistente può essere la causa di molti problemi, sia nella posa del pavimento che nella sua manutenzione. Ecco perché è necessario analizzarlo con attenzione prima di procedere alla posa e porre rimedio ad eventuali problematiche con l’uso di apposite resine e malte livellanti.

Scegliere materiali scadenti

Una posa di qualità nasce a partire dalla materia prima, che deve essere di prima qualità e uniforme. Ogni corretto professionista saprà consigliarvi pavimenti e rivestimenti che rispettino standard qualitativi elevati, in linea con il budget previsto, che siano durevoli e si collochino bene all’interno dei vostri spazi, valorizzandoli.

Partire dal punto sbagliato

Un piastrellista esperto sa che è fondamentale rispettare lo schema di posa e scegliere con accuratezza il punto di partenza, specie nel caso di stanze con particolari spigoli e colonne: quando più linee di posa si ricongiungono, infatti, è facile sbagliare, ritrovarsi con errori nello schema di disegno previsto e tanti altri inconvenienti.

Non usare i livellatori

Quando si parla di piastrelle di grande formato l’uso dei livellatori è caldeggiato. Utilizzati nel modo corretto, questi strumenti evitano la formazione di gradini certamente non piacevoli a livello estetico, ma sopra ogni altra cosa, pericolosi.

Sottovalutare l’importanza di adesivi e collanti

La quantità di colla non dipende solo dalla dimensione del rivestimento da posare, ma anche e soprattutto dalla planarità del letto di posa, inoltre ogni collante deve essere idoneo al materiale da posare, cosa che va verificata controllando con attenzione la scheda tecnica.

Il tocco del maestro

Un ultimo consiglio, che può sembrare una banalità, ma spesso può salvare da incredibili strafalcioni: anche se tutte appartenenti ad una stessa tipologia, è molto facile che confezioni diverse di piastrelle presentino sfumature non del tutto uniformi a causa di lievi differenze nel ciclo di cottura del materiale ceramico. Per questo è fondamentale posare le piastrelle in una stessa area prendendole da confezioni diverse, per attenuare le discromie ed evitare che si concentrino tutte in uno stesso punto.

Curioso di conoscere tutti i segreti della posa? Leggi i nostri approfondimenti correlati.

Share Button