Tel.: 3357846301 | Mail: info@laboutiquedellapiastrella.it
MANUTENZIONI DELLE SUPERFICI ESTERNE
pozzo in mattoni con pavimento in ciottolo

MANUTENZIONI DELLE SUPERFICI ESTERNE

Primavera ed Autunno

Stagioni ideali per interventi sulle superfici esterne

LBP consiglia interventi di recupero e rinnovo

Compila il form e fai la tua richiesta

La Manutenzione straordinaria dei Pavimenti esterni è l’occasione per valorizzare comfort e pregio di un immobile

Per i pavimenti sono tipici i casi di:

–  riparazione locale (manutenzione ordinaria) su pavimentazioni esterne come marciapiedi, sottoportici, etc.

–  rifacimenti totali (manutenzione straordinaria) di pavimentazioni esterne prevalentemente terrazzi o solarium.

Ecco alcuni esempi:

 

descrizione

la soluzione

la monocottura in pasta rossa è un  materiale largamente utilizzato nelle pavimentazioni esterne fino ai primi anni 70. Nel caso di infiltrazioni può presentare scheggiature/sfaldature superficiali causate dai cicli di gelo e disgelo nel supporto in pasta rossa, oltre a distacchi delle piastrelle stesse Demolizione completa del pavimento compreso il massetto di fondo e successivo rifacimento con impermeabilizzazione del fondo di posa

 

 

 

descrizione

la soluzione

particolare di una scala in Klinker che presenta infiltrazioni e dilavamenti tra pedate ed alzate Demolizione completa del rivestimento compreso il massetto di fondo e successivo rifacimento con impermeabilizzazione del fondo di posa secondo le soluzioni di rivestimento che si adotteranno

 

descrizione

la soluzione

Pavimento in Klinker soggetto a compressione a causa di lunghezze eccessive senza la realizzazione di giunti di dilatazione. Particolare della risalita dei Sali del fondo posa si può prevede una riparazione locale se il distacco delle piastrelle rimane limitato, altrimenti si deve procedere alla demolizione completa del pavimento compreso il massetto di fondo e successivo rifacimento

 

 

 

descrizione soluzione
Poggioli soggetti ad infiltrazioni con evidenti distacchi delle piastrelle a pavimento oltre che danneggiamento dei ferri d’armatura della struttura È necessario prevedere il completo risanamento della struttura portante e quindi la demolizione anche dei pavimenti con successiva impermeabilizzazione e posa del nuovo rivestimento

 

Un’IMPORTANTE NOVITA’ nel mondo della ceramica

pavimenti in gres porcellanato spessorato mm 20.

SOLUZIONI DALL’ESTETICA DELLA PIETRA, DEL LEGNO PER ESTERNO O DEL CEMENTO MINIMALE

Da sempre il pavimento sopraelevato ha rappresentato una soluzione ottima in presenza di grandi superfici, poiché comporta numerosi vantaggi:

[av_gallery ids=’4343,4342′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ thumb_size=’portfolio’ columns=’2′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’avia_lazyload’]

– ottimo nascondiglio per impiantistiche fuori sezione

– ottimo assorbimento delle dilatazioni

– significativa diminuzione del peso

– pavimento sempre piano e facilmente ispezionabile

– miglioramento dell’isolamento termico grazie all’intercapedine tra pavimento e membrana sottostante

– miglior isolamento acustico

IL BONUS FISCALE

Pavimenti esterni e Detrazioni 50%

Per i pavimenti le detrazioni fiscali sono previste nel caso di rifacimento o di nuova realizzazione di pavimenti esterni su parti comuni di edifici condominiali: è un’opera sempre agevolabile con la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie.

Se invece si parla di spazi esterni privati, L’Agenzia delle Entrate indica che la posa di una nuova pavimentazione dove prima non era presente è detraibile, mentre nel caso di sostituzione di un pavimento esistente è necessario modificarne la superficie (intesa come forma dell’area pavimentata) e i materiali.

Per far rientrare nella detrazione fiscale il semplice rifacimento di una pavimentazione esterna privata conservandone medesima superficie e materiali, occorre prevedere la situazione di rifacimento totale(manutenzione straordinaria).

Per procedere devo rimuovere completamente la pavimentazione esistente e poi ripristinarla. In questo caso il rifacimento del pavimento è un’opera necessariamente conseguente ad un intervento agevolabile(rifacimento di impianti, risanamento strutture portanti, etc.), pertanto rientrano nella detrazione anche le spese relative alla pavimentazione.

Pavimenti esterni e detrazione sul risparmio energetico

La detrazione sul risparmio energetico non è ammessa né per la semplice sostituzione né per la posa di nuovi pavimenti esterni.

Tuttavia, qualora l’intervento relativo al pavimento esterno riguardi l’isolamento di una terrazza di copertura pedonabile, allora è possibile prevedere casi tipici soggetti all’applicazione delle detrazioni fiscali del 65%.

Il bonus sul risparmio energetico spetta anche sugli immobili locati dalle società.

Per fruire della detrazione è necessario conservare la seguente documentazione:

le abilitazioni amministrative per l’esecuzione delle opere (se necessarie);

per gli immobili non ancora censiti, la domanda di accatastamento;

la delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori, se le opere sono riferite a parti condominiali e relativa tabella di riparto millesimale;

il consenso del proprietario dell’immobile, quando le opere sono eseguite dal detentore (inquilino, comodatario eccetera);

la comunicazione preventiva all’Asl solo se sussiste l’obbligo in relazione alle norme in materia di sicurezza dei cantieri;

le fatture/ricevute comprovanti le spese sostenute;

la copia dei bonifici di pagamento;

le ricevute di pagamento Ici/Imu, se dovuta.

In apparenza i documenti sono molti, in realtà oggi il quadro degli adempimenti è abbastanza semplificato. Il Dl n. 70 del 13 maggio 2011 ha previsto la soppressione della comunicazione preventiva al Centro operativo di Pescara e ha eliminato l’obbligo di indicazione della manodopera nelle fatture.

Share Button
Chiudi il menu