Competenze, tecnica, ascolto: Progetto edilizio e rapporto di fiducia committente-costruttore

Competenze, tecnica, ascolto: Progetto edilizio e rapporto di fiducia committente-costruttore

Realizzare delle opere al committente, molte volte, è una questione di fiducia e di rispetto reciproco, basi immancabili per costruire insieme.

In questo caso, sull’esplicita richiesta ricevuta e la fiducia ricambiata, ci siamo messi in gioco come General Contractor per terminare un piccolo loft per dei clienti speciali, incorsi nel classico problema del mondo edile: un’impresa di costruzioni che opera a senso unico senza ascoltare le richieste del cliente ed in totale assenza di comunicazione.

Ereditando, di fatto, un progetto edilizio già aperto, siamo partiti da ciò che era rimasto:

  • La sola struttura appena portata a termine al tetto;
  • Il progetto tecnico;
  • Un budget da rispettare.

Una situazione stimolante, con tante idee da recuperare e riordinare, sulla quale ci siamo buttati a capofitto insieme al nostro amico Architetto Marco Schiavo con lo scopo ultimo di creare una “casa da vivere” la cui atmosfera fosse densa di calore familiare e non una semplice vetrina di design.

L’ascolto delle richieste dei clienti e la valutazione delle loro esigenza è stata la base di partenza: da lì abbiamo iniziato a progettare la distribuzione interna degli ambienti, determinando le pareti divisorie delle varie stanze, pensando in contemporanea alla progettazione degli impianti e delle superfici finali.

I nostri plus per questo progetto edilizio

  • Le superfici, nostra principale competenza, sono tra le prime cose che vediamo e tocchiamo in qualsiasi edificio: diventano parte integrante non solo dell’abitazione, ma anche dell’arredamento, aspetto non trascurabile quando si progetta;
  • Collaborazione con un architetto che è anche art director: curare un progetto molto prima che vengano posate è un vantaggio non da poco, ecco perché molte volte avere un progetto architettonico il più dettagliato possibile permette un ottimo risultato finale ed il raggiungimento della soddisfazione di chi vivrà la casa.

Vuoi scoprire la realizzazione pratica del progetto? Resta sintonizzato, in attesa della seconda parte.

 

Share Button